COMUNICATO DELLA EFP SULLA SCOMPARSA DI JUDITH MILLER

Mi è giunta questa mattina la tristissima notizia della scomparsa di Judith Miller. Già da tempo ci mancava la sua presenza, impossibilitata dalla grave malattia che l’ha tenuta lontana negli ultimi anni dai nostri momenti di lavoro congressuali e di incontro, e che infine l’ha condotta nella notte tra il 6 ed il 7 dicembre alla morte. Il suo venire a mancare ha reso questa assenza irreversibile, una vera perdita. Era una presenza animata da un desiderio deciso verso la psicoanalisi di Lacan e la sua diffusione, che ha reso possibile la costruzione del nostro mondo analitico: il Campo Freudiano, e le istituzioni ad esso collegate, gli istituti di formazione, le Scuole dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi. Tra esse anche la EuroFederazione di Psicoanalisi, risultato del desiderio di una comunità analitica di orientamento lacaniano in Europa, che oggi esiste ed è viva anche grazie a lei, e che mi trovo a rappresentare, e voglio ringraziarla anche per questo.
Desidero esprimere, con il Comitato Esecutivo della EFP, tutta la mia vicinanza e solidarietà nel dolore a Jacques-Alain Miller, ai figli Eve e Luc, ai nipoti, e a tutti i colleghi e le persone care che hanno fatto esperienza della vitalità di Judith.

Milano, giovedì 7 dicembre 2017

Il Presidente ed il Comitato Esecutivo della EFP
Domenico Cosenza
Maria Bolgiani
Alide Tassinari